FINANZIA I TUOI PROGETTI

Centro Orizzonte Lavoro Soc. Coop. Sociale S. r.  l.  ONLUS  Via Galatola, 16- 95124 Catania centroorizzontelavoro@gmail.com

 QUALITÀ CERTIFICATA ISO 9001:2008

BANDI DI FINANZIAMENTO E OPPORTUNITA’ VARIE

(le selezioniamo per voi circa due volte al mese)

 

INDICE

(Di seguito vengono indicati gli ambiti territoriali per i quali alla data del  21 Settembre 2015 ci risultano aperti bandi di finanziamento ed altre opportunità utili al terzo settore)

 

Bando/opportunità n.1: Ambito Europeo

Bando/opportunità n.2:Ambito Europeo

Bando/opportunità n.3:Ambito Nazionale

Bando/opportunità n.4:Ambito Nazionale

Bando/opportunità n.5:Ambito Nazionale

Bando/opportunità n.6:Ambito Nazionale

Bando/opportunità n.7:Ambito Nazionale

Bando/opportunità n.8:Ambito Nazionale

Bando/opportunità n.9:Ambito Regionale (Friuli Venezia Giulia)

Bando/opportunità n.10:Ambito Regionale (Friuli Venezia Giulia)

Bando/opportunità n.11:Ambito Regionale (Lombardia)

Bando/opportunità n.12:Ambito Regionale (Lombardia)

Bando/opportunità n.13:Ambito Regionale (Lazio)

Bando/opportunità n.14:Ambito Regionale (Sicilia-Campania-Marche)

Bando/opportunità n.15:Ambito Provinciale (Lecco)

 

n.1 Bando/opportunità: Ambito Europeo

SCADENZA:01/10/2015

TITOLO: European Instrument for Democracy and Human Rights (EIDHR): Global Call for proposal 2015

DESCRIZIONE:                                                                                                                                   Il programma Eidhr (European Instrument for Democracy and Human Rights) finanzia progetti in paesi terzi a sostegno della società civile di aree dove i diritti umani sono gravemente lesi. Lo scopo è promuovere localmente la democrazia, la giustizia e la libertà e rafforzare a livello internazionale la rete di supporto alle aree del mondo più minacciate.

È possibile presentare progetti nelle seguenti cinque aree:

– Lotto 1: Sostegno alle organizzazioni di difesa dei diritti umani in aree a scarso livello di riconoscimento e applicazione dei diritti basilari.

– Lotto 2: Contributo al monitoraggio e all’effettiva attuazione di specifiche convenzioni internazionali.

– Lotto 3: Lotta contro la pena di morte.

– Lotto 4: Sostegno ai migranti, ai richiedenti asilo, agli apolidi, gli sfollati.

– Lotto 5: Sostegno ai bambini che vivono in contesti di guerra e violenza armata.

I progetti devono essere compresi tra 24 e 36 mesi.

BENEFICIARI:                                                                                                                                     Il Bando è aperto a persone fisiche e/o giuridiche e alle organizzazioni, senza restrizioni di nazionalità.

ENTE FINANZIATORE:                                                                                                                    Unione Europea

RIFERIMENTI:                                                                                                   https://webgate.ec.europa.eu/europeaid/online-services/index.cfm?ADSSChck=1440072347810&do=publi.detPUB&searchtype=AS&aoet=36538&ccnt=7573876&debpub=&orderby=upd&orderbyad=Desc&nbPubliList=15&page=1&aoref=150264 

n.2 Bando/opportunità: Ambito Europeo

SCADENZA:07/10/2015

TITOLO: EACEA 29/2015 – Support to European Cooperation Projects 2016 (Attuazione del regime del sottoprogramma Cultura Europea creativa: “Sostegno a favore di progetti di cooperazione europei”)

DESCRIZIONE:

Il Bando di cooperazione europea all’interno del programma Europa Creativa mira a finanziare progetti creativi del settore culturale con i seguenti obiettivi: – diffusione della mobilità transnazionale e degli scambi culturali di artisti e professionisti, opere culturali e creative; – consolidamento e promozione del legame fra persone e cultura; – sviluppo di strategie rivolte agli operatori del mondo culturale per aumentare le loro competenze in materia di digitalizzazione e di business culturale.

BENEFICIARI:

La partecipazione ai progetti è aperta agli operatori culturali e creativi attivi nei settori culturali e creativi che hanno una personalità giuridica da almeno 2 anni.

Il sottoprogramma Cultura sostiene, in particolare, i progetti senza scopo di lucro.

ENTE FINANZIATORE: Unione Europea

RIFERIMENTI: https://eacea.ec.europa.eu/creative-europe/funding/support-european-cooperation-projects-2016_en

n.3 Bando/opportunità: Ambito Nazionale 

SCADENZA: 31/10/2015

TITOLO: Contributi a progetto nei seguenti ambiti: Istruzione- Cultura dell’innovazione- Social Empowerment

DESCRIZIONE:                                                                                                                                     I progetti finanziabili riguardano:

-Istruzione. Sostenere l’innovazione nella scuola italiana
Il processo di formazione di una persona, sin dalla tenera età, è determinante per porre le basi della società nella quale si vive. Fondazione Telecom Italia promuove le iniziative e i progetti finalizzati a migliorare l’accesso ad una formazione di qualità ad esempio supportando innovazione digitale del sistema scolastico nazionale per la diffusione delle nuove tecnologie multimediali e sostenendo progetti di internazionalizzazione della scuola italiane e di promozione del dialogo interculturale fra i giovani.
– Cultura dell’innovazione. Mondo scientifico e tecnologico.
Fondazione Telecom Italia vuole dare il proprio contributo per poter avviare un processo di maggiore tutela e promozione del patrimonio storico-artistico a vantaggio dell’intera comunità sociale. Fondazione Telecom Italia si pone, perciò, come obiettivo quello di finanziare attività e iniziative che sviluppino ampiamente quel potenziale per provocare cambiamenti virtuosi nelle modalità di fruizione del bene, e che siano allo stesso tempo fattori di un maggiore coinvolgimento dei flussi turistici su tutto il territorio nazionale. Inoltre, l’attività della Fondazione non si limita a quei progetti che interessano i “beni artistici” così come si intendono nella maniera tradizionale, ma si rivolge anche a progetti che sviluppano la componente della tutela e dello sviluppo ambientale e paesaggistico. È il caso, per esempio, del bando dedicato ai parchi nazionali e alle marine protette.
– Social empowerment. Bisogni emergenti e inclusione
Nell’area sociale il motivo ispiratore di tutte le iniziative di Fondazione Telecom Italia si basa sulla promozione del diritto alla conoscenza e alla cultura, inteso come elemento fondamentale e primario per la convivenza e l’interazione tra l’essere umano e la società nella quale vive. In questo ambito, la Fondazione si focalizza sulla promozione di tutte quelle iniziative volte a sanare situazioni critiche in via di emersione che, quindi, si possono risolvere con un progetto mirato ed efficace, progettando soluzioni pratiche e incisive con il giusto tempismo. Le iniziative educative e assistenziali finanziate si rivolgono a quelle fasce della popolazione meno protette e svantaggiate, con una serie di attività a sostegno di progetti di formazione e inserimento lavorativo.

BENEFICIARI:                                                                                                                            Possono presentare la propria idea progettuale enti privati senza scopo di lucro ed enti pubblici che perseguano le proprie finalità in uno o più dei settori di intervento della Fondazione, nel seguente periodo: dal 1° settembre al 31 ottobre 2015.

ENTE FINANZIATORE: Fondazione Telecom Italia

RIFERIMENTI: www.fondazionetelecomitalia.it/bandi/progetti-dirett

 

n.4 Bando/opportunità: Ambito Nazionale

SCADENZA:2/10/2015

TITOLO: INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE DI MINORI DIMENSIONI

DESCRIZIONE:                                                                                                                               L’intervento consiste in un contributo a fondo perduto sotto forma di VOUCHER , ovvero un sostegno economico a copertura di servizi erogati per almeno 6 mesi a tutte quelle PMI che intendono guardare ai mercati oltreconfine attraverso una figura specializzata (il cd. Temporary Export Manager o TEM) capace di studiare, progettare e gestire i processi e i programmi sui mercati esteri.

CARATTERISTICHE DELL’INTERVENTO: singoli voucher a fondo perduto di 10mila euro per l’inserimento in azienda di un temporary export manager per almeno sei mesi. Per avere accesso al voucher l’impresa deve intervenire con un cofinanziamento che, per il primo bando è di almeno 3mila euro (il costo complessivo sostenuto dall’impresa per il servizio deve essere, pertanto di almeno 13mila euro).

L’azienda deve rivolgersi ad una Società fornitrice dei servizi scegliendola tra quelle inserite nell’ apposito elenco presso il Ministero, che sarà pubblicato entro il giorno 1 settembre 2015.

BENEFICIARI:                                                                                                                             Micro, piccole e medie imprese (PMI) costituite in forma di società di capitali, anche in forma cooperativa, e le Reti di imprese tra PMI, che abbiano conseguito un fatturato minimo di 500mila euro in almeno uno degli esercizi dell’ultimo triennio. Tale vincolo non sussiste nel caso di Start-up iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese, di cui art. 25 comma 8 L.179/2012).

ENTE FINANZIATORE: Ministero dello sviluppo economico

RIFERIMENTI:  http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/commercio-internazionale/2033228-scheda-informativa-vaucher-internazionalizzazione

 

n.5 Bando/opportunità: Ambito Nazionale

SCADENZA: 16/11/2015

TITOLO: Avviso pubblico “Prevenzione e contrasto al disagio giovanile”

DESCRIZIONE:                                                                                                                           L’obiettivo è quello di promuovere un piano di azioni tese ad attuare interventi di prevenzione e contrasto all’esclusione sociale dei giovani, all’incidentalità stradale causata dall’uso di alcol-droga correlati e alla sensibilizzazione dei minori su un uso responsabile del web, evitando il reperimento di sostanze psicoattive, attraverso il potenziamento delle reti e l’innovazione sociale.

Gli ambiti di intervento del presente Avviso, per i quali possono essere presentate le proposte progettuali sono:

I. la prevenzione e il contrasto al disagio giovanile attraverso la promozione di azioni di sistema sui territori che, attraverso l’innovazione sociale ed il lavoro in rete, agiscano per contrastare l’esclusione e la diffusione di comportamenti a rischio, con riferimento all’individuazione e al reinserimento dei giovani NEET;

II. la prevenzione di ogni forma di incidentalità stradale causata dalla guida in stato di alterazione psicofisica per l’uso di alcol-droga correlati;

III. la sensibilizzazione dei minori per favorire un uso controllato e responsabile del web, evitando il loro accesso a siti pericolosi in quanto luoghi di reperimento di sostanze psicoattive dannose per la salute.

BENEFICIARI:                                                                                                                            L’Avviso si indirizza ad enti e organizzazioni del Terzo settore, singoli o associati in ATS (Associazione Temporanea di Scopo):

– Associazioni di promozione sociale (di cui alla legge 7 dicembre 2000, n. 383);

– Cooperative sociali (di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381);

– Organizzazioni di volontariato (di cui alla legge 11 agosto 1991, n. 266);

– Fondazioni;

– Enti morali, Enti ecclesiastici e Associazioni la cui ordinaria attività e le cui finalità istituzionali non siano incompatibili con le finalità del presente Avviso.

Gli eventuali associati dell’ATS possono essere organizzazioni appartenenti al Terzo settore, imprese sociali (legge n. 118/2005 e al D. lgs. n. 155/2006 e relativi DM attuativi dell’11.04.2008), enti pubblici, scuole, accademie, università, enti di ricerca.

ENTE FINANZIATORE: Presidenza Consiglio Ministri – DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTU’ E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

RIFERIMENTI: http://www.gioventuserviziocivilenazionale.gov.it/sx/avvisi-e-bandi/avvisi-e-bandi-dipartimentali/politiche-giovanili/avvisodisagiogiovanile.aspx

 

n.6 Bando/opportunità: Ambito Nazionale

SCADENZA: 31/12/2015

TITOLO: Regolamento recante criteri e modalità di concessione alle agevolazioni di cui al capo 0I del titolo I del decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 185 (Finanziamento agevolato per investimenti in nuove imprese femminili o giovanili) – Procedura a sportello

DESCRIZIONE:                                                                                                                      L’obiettivo è quello di sostenere nuova imprenditorialità, in tutto il territorio nazionale, attraverso la creazione di micro e piccole imprese competitive, a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile, e a sostenerne lo sviluppo attraverso migliori condizioni per l’accesso al credito.

Sono agevolabili le iniziative che prevedono programmi di investimento non superiori a 1.500.000,00 euro relativi:

a) alla produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato, della trasformazione dei prodotti agricoli;

b) alla fornitura di servizi, in qualsiasi settore;

c) al commercio e al turismo;

d) alle attività riconducibili anche a più settori di particolare rilevanza per lo sviluppo dell’imprenditorialità giovanile, riguardanti:

1) la filiera turistico-culturale, intesa come attività finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché al miglioramento dei servizi per la ricettività e l’accoglienza;

2) l’innovazione sociale, intesa come produzione di beni e fornitura di servizi che creano nuove relazioni sociali ovvero soddisfano nuovi bisogni sociali, anche attraverso soluzioni innovative

BENEFICIARI:                                                                                                                             Possono beneficiare delle agevolazioni di cui al presente regolamento le imprese:

a) costituite in forma societaria, ivi incluse le società cooperative;

b) la cui compagine societaria è composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i diciotto e i trentacinque anni ovvero da donne;

c) costituite da non più di dodici mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione; d) di micro e piccola dimensione, secondo la classificazione contenuta nel regolamento GBER nonché nel decreto del Ministro delle attività produttive 18 aprile 2005.

ENTE FINANZIATORE: Ministero dello sviluppo economico

RIFERIMENTI: http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2015/09/05/15G00154/sg

 

n.7 Bando/opportunità: Ambito Nazionale

SCADENZA:15/10/2015

TITOLO: Presentazione dei progetti di Servizio civile nazionale per l’anno 2016

DESCRIZIONE: Progetti di servizio civile nazionale da realizzarsi in Italia e all’estero, da finanziare con le risorse relative all’anno 2016.

BENEFICIARI: Gli enti di servizio civile iscritti all’albo nazionale e agli albi regionali e delle Province autonome.

ENTE FINANZIATORE: Presidenza Consiglio Ministri – DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTU’ E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

RIFERIMENTI: http://www.gioventuserviziocivilenazionale.gov.it

 

n.8 Bando/opportunità: Ambito Nazionale

SCADENZA:30/09/2015

TITOLO: BANDO 2015 Sardegna – zone colpite dall’alluvione 2013

DESCRIZIONE: In occasione dell’alluvione che nel novembre 2013 ha colpito gravemente una parte della Sardegna, Mediafriends promosse una campagna di raccolta fondi che ha portato a una raccolta di 742.154 euro, inclusi gli interessi maturati.

A oggi non sono stati individuati o proposti progetti in grado di soddisfare i requisiti minimi che Mediafriends richiede. Mediafriends ha quindi deciso di dare alle Onlus la possibilità di proporre direttamente progetti concreti destinati alle zone e/o delle persone colpite dall’alluvione.

BENEFICIARI: Enti del terzo settore, Onlus

ENTE FINANZIATORE: Mediafriends Onlus

RIFERIMENTI: http://www.mediafriends.it/news/749/bando-2015.shtml

 

n.9 Bando/opportunità: Ambito Regionale (Friuli Venezia Giulia)

SCADENZA: 31/03/16

TITOLO: Regolamento recente criteri e modalità per la concessione dei contributi per complessi seminariali diocesani, istituti di Istruzione religiosa, opere di culto e di ministero religioso previsti dall’articolo 7-ter della legge regionale 7 marzo 1983, n. 20. (31 marzo di ogni anno)

DESCRIZIONE: Sono concessi contributi per la costruzione, la ristrutturazione, l’ampliamento e la straordinaria manutenzione dei complessi seminariali diocesani, di istituti di istruzione religiosa, di opere di culto e di ministero religioso, ubicati nel territorio regionale, compresi gli uffici e le abitazioni dei ministri dei culti e le relative pertinenze.

BENEFICIARI: Possono beneficiare dei contributi di cui al presente regolamento le parrocchie e altri enti ecclesiastici cattolici o di altre confessioni religiose riconosciute dallo Stato italiano, con le quali sono state stipulate intese approvate con legge.

ENTE FINANZIATORE: Regione Friuli Venezia Giulia

RIFERIMENTI: http://www.regione.fvg.it

 

n.10 Bando/opportunità: Ambito Regionale (Friuli Venezia Giulia)

SCADENZA: 30/10/15

TITOLO: INTERVENTI IN AMBITO CULTURALE L.R. 5/2012

DESCRIZIONE:                                                                                                                                 La Regione FVG eroga contributi per iniziative in ambito culturale a favore dei giovani ai sensi degli articoli 22, commi da 1 a 3 e 33 della legge regionale 22 marzo 2012, n. 5 (Legge per l’autonomia dei giovani e sul Fondo di garanzia per le loro opportunità) e relativo regolamento di attuazione n. 112/2014/Pres (Regolamento concernente criteri e modalità per la concessione di contributi per iniziative in ambito culturale a favore dei giovani).

BENEFICIARI:                                                                                                                                   1. Enti non profit: Associazioni giovanili sono composte, almeno per l’80%, da persone di età non superiore a trentacinque anni; nel loro organo direttivo non sono ammesse più del 20% di persone di età superiore a trentacinque anni. Inoltre, nell’atto costitutivo o nello statuto sono previsti i seguenti requisiti:

– assenza dello scopo di lucro

– ordinamento interno ispirato ai principi di democrazia, di uguaglianza, di rispetto della libertà e dignità degli associati

– elettività e gratuità delle cariche associative

– avvalimento prevalente di giovani nel perseguimento degli scopi statutari.

2. Istituti scolastici

ENTE FINANZIATORE: REGIONALE: FRIULI VENEZIA GIULIA

RIFERIMENTI: http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/

n.11 Bando/opportunità: Ambito Regionale (Lombardia)

SCADENZA: 30/10/2015

TITOLO: Sport: un’occasione per crescere insieme

DESCRIZIONE:                                                                                                                                   L’ obiettivi del finanziamento è quello di diffondere e valorizzare la pratica sportiva.

Progetti di diffusione e valorizzazione della pratica sportiva rivolti a bambini e giovani di età compresa fra i 6 e i 19 anni.

Il contributo può essere richiesto per importi compresi fra 18.000 euro e 60.000 euro, fino ad un massimo del 60% del costo totale del progetto.

BENEFICIARI:                                                                                                                                  Le richieste di contributo potranno essere presentate da un partenariato minimo di due soggetti, che abbiano sede legale o operativa in Lombardia, e che comprenda almeno:

• un’organizzazione non profit che abbia lo sport tra le proprie finalità;

• un ente pubblico o un’organizzazione privata non profit che abbia tra le proprie finalità la formazione e l’educazione.

ENTE FINANZIATORE: Regione Lombardia

RIFERIMENTI: http://www.regione.lombardia.it/cs/Satellite?c=Avviso&childpagename=HomeSPRL%2FWrapperAvvisiLayout&cid=1213754717383&p=1213754717383&packedargs=locale%3D1194453881584%26menu-to-render%3D1213314703409&pagename=HMSPRLWrapper&tipologia=AvvisodiRegione

 

n.12 Bando/opportunità: Ambito Regionale (Lombardia)

SCADENZA: 09/10/15

TITOLO: Progettare la parità in Lombardia – 2015

DESCRIZIONE:

Gli obiettivi sono la promozione, li sostegno e lo sviluppo di progetti su quattro aree tematiche, individuate come prioritarie per la Regione Lombardia:

• conciliazione vita familiare/vita professionale e benessere dei contesti lavorativi e organizzativi, con particolare attenzione allo sviluppo delle politiche dei tempi e degli orari;

• valorizzazione della presenza e della rappresentanza femminile nei diversi livelli decisionali;

• contrasto alla violenza nei confronti delle donne (domestica, extra-domestica e tratta);

• inclusione delle donne in condizioni di fragilità, anche con riguardo all’integrazione delle donne immigrate regolari e residenti in Lombardia da almeno un anno.

BENEFICIARI: Soggetti iscritti all’Albo regionale delle Associazioni e dei Movimenti per le Pari opportunità (di cui all’art. 9, l.r. 8/2011) nell’anno 2014 che, per disposizione statutaria o dell’atto costitutivo, non perseguano fini di lucro; Enti locali che aderiscono alla Rete regionale dei Centri Risorse Locali di Parità (di cui all’art. 10, l.r. 8/2011).

ENTE FINANZIATORE: Regione Lombardia

RIFERIMENTI: http://www.famiglia.regione.lombardia.it/cs/Satellite?c=Attivita&childpagename=DG_Famiglia%2FWrapperBandiLayout&cid=1213748178655&p=1213748178655&packedargs=menu-to-render%3D1213276891234&pagename=DG_FAMWrapper

 

n.13 Bando/opportunità: Ambito Regionale (Lazio)

SCADENZA: 30/09/15

TITOLO: Avviso pubblico per progetti d’integrazione sociale a favore delle vittime di tratta a scopo di sfruttamento sessuale

DESCRIZIONE: L’obiettivo è quello di implementare le iniziative volte a contrastare i fenomeni di grave sfruttamento sessuale nei confronti di persone vittime di tratta, attraverso percorsi individuali anche formativi e lavorativi, che favoriscano l’integrazione sociale e l’uscita dalle situazioni di sfruttamento.

Per ciascun soggetto preso in carico dovrà essere pianificato un percorso articolato secondo le azioni di seguito contemplate, inserendo nel processo d’inclusione una o più delle attività elencate. Per ogni soggetto dovrà essere realizzato un progetto individualizzato con l’obiettivo di pervenire a soluzioni durature di collocazione. L’attività di empowerment dovrà avere come obiettivo, quindi, l’accompagnamento verso una completa autonomia attraverso la ricerca del lavoro. Possono essere proposte metodologie d’intervento sia in attività di gruppo, sia attività individuali.

BENEFICIARI:                                                                                                                                     I soggetti beneficiari del presente avviso sono organismi del terzo settore anche in ATS, necessariamente in possesso dei seguenti requisiti:

1. associazioni ed Enti che svolgono programmi di assistenza e protezione sociale disciplinati dall’articolo 18 del Testo Unico sull’immigrazione (D.Lgs. del 25.07.1998 n. 286 e successivo regolamento d’attuazione) iscritti al registro nazionale delle Associazioni e degli Enti che svolgono attività a favore di stranieri immigrati di cui all’art. 52 comma 1 lettera b) DPR 394/99 seconda sezione;

2. soggetto accreditato ai sensi della Deliberazione di Giunta regionale del 29 novembre 2007, n. 968 e s.m.i. concernente l’accreditamento dei soggetti che erogano attività di formazione e di orientamento nella Regione Lazio–Direttiva;

3. documentata esperienza triennale nello specifico settore della realizzazione di programmi di assistenza e protezione sociale per le vittime di tratta per il soggetto capofila;

4. sede operativa nel territorio della Regione Lazio da almeno tre anni per il soggetto capofila.

ENTE FINANZIATORE: Regione Lazio

RIFERIMENTI: http://www.lazioeuropa.it/bandi/avviso_pubblico_per_progetti_d_integrazione_sociale_a_favore_delle_vittime_di_tratta_a_scopo_di_sfruttamento_sessuale-350/

 

n.14 Bando/opportunità: Ambito Regionale (Sicilia-Campania-Marche)

SCADENZA: 5/10/15

TITOLO: AVVISO DI VENDITA IN MODALITA’ TELEMATICA DI TERRENI AGRICOLI O A VOCAZIONE AGRICOLA 

DESCRIZIONE:                                                                                                                           Terreni abbandonati, immersi nelle campagne siciliane, ceduti a giovani imprenditori a prezzi che vanno dai 300 euro ai 50 mila euro. E’ il progetto Terrevive dell’Agenzia del Demanio che, per favorire la nascita di imprese agricole giovanili, vende a prezzi stracciati appezzamenti di terreni agricoli di proprietà dello Stato. Il progetto riguarda Sicilia, Campania e Marche ma è nell’Isola che si registra il più alto numero di lotti disponibili: 19 terreni concentrati prevalentemente nelle province di Palermo, Messina, Catania, Trapani ed Enna. Il procedimento è quello dell’asta pubblica, con la gara svolta interamente online, e premia chi presenta l’offerta più alta rispetto a quella di base d’asta. Possono partecipare tutti, soggetti singoli o ditte private, senza limiti di età, ma i giovani in possesso del titolo di “imprenditore agricolo professionale” avranno diritto di prelazione sulle offerte ricevute. La procedura si svolge direttamente online. (https://italianpublicrealestate.agenziademanio.it/web/login.html )

RIFERIMENTI: http://www.agenziademanio.it/export/download/demanio/gareasteavvisi/15_08_07_avviso_vendita_telematica_terrevive_Sicilia.pdf (BANDO)

https://italianpublicrealestate.agenziademanio.it/web/login.html (SITO UFFICIALE)

 

n.15 Bando/opportunità: Ambito Provinciale (Lecco)

SCADENZA: 15/10/15

TITOLO: 2° BANDO 2015 – PROGETTI SOLIDARIETA’ SOCIALE

DESCRIZIONE: L’obiettivo è quello di cofinanziare e promuovere la realizzazione di progetti di solidarietà sociale nel territorio della Provincia di Lecco.

Progetti attinenti le seguenti aree:

– Assistenza sociale;

– Tutela e valorizzazione delle cose di interesse artistico e storico;

– Tutela e valorizzazione della natura e dell’ambiente

BENEFICIARI: Saranno presi in considerazione i progetti presentati da organizzazioni operanti nel Lecchese, con struttura locale autonoma, aventi le caratteristiche di Onlus, o con struttura associativa e scopo sociale assimilabile a quella di una Onlus, o da Associazioni di promozione sociale, o anche da Parrocchie, Enti Religiosi limitatamente ai settori A e B, esclusi in tutti i casi gli Enti Pubblici territoriali

ENTE FINANZIATORE: Fondazione della Provincia di Lecco Onlus

RIFERIMENTI: http://www.fondprovlecco.org/

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *