Curriculum Vitae

• Progetto “La casa del terzo settore”: servizi di consulenza e spazi attrezzati offerti alle organizzazioni non profit (2013);
• studio e consulenza sulle leggi vigenti (regionali, nazionali, dell’Unione Europea) riguardanti le politiche giovanili, sociali e del lavoro (attività permanente);
• organizzazione e/o gestione di convegni, conferenze, stand, piani di formazione e aggiornamento (attività permanente);
• costituzione di banche dati, biblioteca ed emeroteca specializzate (attività permanente);
• costante collaborazione con gli Uffici diocesani di Pastorale Sociale e del Lavoro e Caritas;
• accoglienza, ascolto ed aiuto dell’utenza nei suoi bisogni e nella presa di coscienza delle proprie potenzialità (10.645 colloqui con 4.828 utenti);
• “work-bank” per favorire l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro: l’utenza giovanile di cui sopra (l’offerta) e oltre 6.000 PMI (la domanda). Avviati al lavoro 415 utenti: 61 con meno di 18 anni, 192 dai 19 ai 35 anni, 152 oltre i 35 anni (1989¬¬ – in corso);
• promozione della cultura d’impresa nelle scuole medie inferiori della città. Intervento condotto nell’ambito del progetto “Catania Imprenditorialità Diffusa”, promosso dal Comune (352 utenti); sostegno all’a¬u¬to¬¬im¬prenditorialità giovanile e promozione dell’idea cooperativistica, in relazione alla dimensione sociale e solidale del proprio lavoro;
• lavoro di rete interagendo con: Collegamento Provinciale “Arianna”, movimento “Catania chiama Catania”, Gruppo Interistituzionale per le Tossicodipendenze, Consulta del sociale, Sevizi Sociali di quartiere, minorile e per adulti del Ministero di Grazia e Giustizia, Nucleo Operativo Integrato, Dipartimento di Salute Mentale, Federazione Nazionale Servizi Civili e Sociali, Unione Provinciale delle Cooperative e altri;
• docenza e tutoraggio in svariati corsi di formazione, attivati con il F.S.E.;
• brevi corsi di formazione al lavoro rivolti a chi frequenta il Centro;
• progetto “PISU”: accompagnamento lavorativo di donne vittime di violenza (2012 – in corso);
• progetto Il Ponte sul Di-stretto” finanziato dalla Fondazione CON il SUD, finalizzato allo sviluppo locale del Distretto di Piazza Armerina (2012 – in corso);
• progetti “Integrabile”, volti all’integrazione sociale lavorativa di minori svantaggiati o con disabilità, finanziati dalla Provincia di Catania (2012) e dal Ministero delle Politiche Giovanili (2010 – 2011);
• progetto “San Cristoforo, un quartiere da vivere. Viviamolo insieme” finanziato dalla Fondazione Con il Sud e finalizzato allo sviluppo locale (2010 – 2013);
• progetto “Obiettivo Inclusione” attivato con il F.S.E.: formazione professionale e accompagnamento al lavoro (2010 – 2013);
• promozione e gestione del Servizio Civile Nazionale, fornendone l’opportunità a diversi enti pubblici e privati, unitamente all’erogazione di vari servizi (2002 – in corso);
• consulenza sulle politiche, giovanili e del lavoro (1993 – in corso);
• consulenza ad associazioni, gruppi di volontariato e istituzioni religiose in ambito civilistico, fiscale, legislativo, progettuale e organizzativo (1989 – in corso);
• servizio di itineranza, per raggiungere e supportare operatori e giovani nei loro naturali luoghi di aggregazione (1989 – in corso);
• promozione di 9 cooperative composte anche da soggetti svantaggiati ex L. 381/91 (1996¬ – in corso);
• progetto “Navigare insieme” realizzato con Fondi Protocollo di Intesa Fondazioni Bancarie e Volontariato, per favorire l’invecchiamento attivo delle persone anziane (2010 – 2011);
• progetto “Fonda-Azioni per Librino”, finanziato dalla “Fondazione per il Sud” per orientare e accompagnare al lavoro persone a rischio di emarginazione del quartiere di Librino, a Catania (2009 – 2011);
• progetto “Luce nella notte”, finanziato dalla Regione siciliana, per contrastare il disagio giovanile e le dipendenze, attraverso percorsi di autonomia, grazie al lavoro (2007 – 2011);
• decine di corsi di formazione (riconosciuti dall’UNSC) rivolti agli Operatori Locali di Progetto, ai Responsabili di enti accreditati, ai progettisti, selettori, monitori e alle altre figure del sistema del Servizio Civile Nazionale (2002-2010);
• progetto per l’ Alternanza scuola-lavoro, cofinanziato dalla Fondazione Banco di Sicilia (2009);
• progetto “Sentirsi a casa. Percorsi di accompagnamento educativo” finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, in partenariato con la Federazione SCS-CNOS (2005 – 2006);
• progetto “Articolo 27, III comma” con il sostegno del Comune e della Provincia di Catania per la costituzione della cooperativa sociale “Don Bosco”, pensata per giovani dell’area penale (2004 – 2006);
• rivista a diffusione nazionale TerzoSettore (1999 – 2006);
• corso di formazione professionale “Diversamente Abili” (F.S.E.) in ATS con l’ Università di Catania e la cooperativa sociale Aurora (2004);
• progetto “City Lab” del Comune di Catania: gestione di laboratori su orientamento al lavoro e comunicazione sociale, anche multimediale (anni 2000, 2002, 2004);
• progetto “Bakita”, volto all’ inserimento lavorativo di donne a rischio di esclusione sociale (2001);
• progetto per inserimento socio-lavorativo di giovani ex tossicodipendenti che hanno completato il percorso terapeutico e in esecuzione penale esterna (1996 – 2001);
• gestione di “borse lavoro” per minori difficili e/o dell’area penale e per giovani appartenenti alle cosiddette “fasce deboli” (1996 – 2001);
• corso di formazione per la ricerca attiva del lavoro, rivolto a giovani dalla bassa scolarità (2000);
• consulenza e supporto alla Provincia di Catania per la gestione di un ufficio per il lavoro, la promozione dell’ inserimento lavorativo di giovani svantaggiati e la formazione degli operatori degli sportelli “Infor¬malavoro” dei 58 comuni (2000);
• formazione di docenti incaricati delle “funzioni obiettivo”, per conto del Provveditorato agli studi di Catania (2000);
• formazione degli operatori della Formazione Professionale della Calabria, promossa dall’ Assessorato al Lavoro della Regione, su incarico dell’ Università di Reggio Calabria (2000);
• orientamento scolastico-professionale (informazione, formazione, consulenza). Incontrati 12.450 giovani delle scuole secondarie di primo e di secondo grado (1992 – 2000);
• formazione al lavoro per giovani residenti in comunità di recupero per tossicodipendenti (Viagrande,1999);
• formazione al lavoro per giovani reclusi dell’Istituto a Custodia attenuata di Giarre (1998);
• centro informagiovani già riconosciuto dal Ministero dell’Interno e aderente al CNSING (1994 – 1998);
• gestione di un Centro Diurno di Aggregazione Giovanile ex L. 216/91 con attività associative, ludiche, sportive e di animazione del tempo libero (1992 – 1996);
• gestione di ricerche ed indagini (la più consistente relativa al “vissuto” del giovane occupato o disoccupato catanese, su un campione di 1.317 soggetti con età compresa tra i 18 ai 29 anni) (1991 – 1995);
• doposcuola e recupero scolastico per 544 ragazzi “drop out” (1991 – 1995);
• produzione di una news letter, di uno stampato Informagiovani e di un notiziario per enti ed operatori giovanili e socio-assistenziali (1993 – 1995);
• gestione di un “Progetto di pubblica utilità”, finanziato dalla Regione siciliana (1990 – 1995);
• servizio di consulenza per la redazione di piani d’impresa, nel quadro dell’iniziativa “Un vulcano di idee”, promossa dall’ Assessorato allo Sviluppo Economico del Comune di Catania (1994);
• accoglienza di minori dall’area penale con l’istituto della “messa alla prova” (1989 – 1994);
• impegno fattivo in seno al “Contratto” dei giovani per Catania con gli amministratori comunali (1993);
• progetto “Solidarietà per il lavoro” con la Caritas diocesana e più parrocchie (1992);

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *